Le nostre percentuali di successo

Probabilmente il dato più significativo, dal punto di vista dei pazienti, è rappresentato dalle percentuali di successo del trattamento.
Nonostante l’impegno e l’expertise dell’equipe specialistica, nessuna tecnica di PMA garantisce l’ottenimento di una gravidanza.

Anche il trattamento di PMA integrato con la valutazione dello stato di salute dell’embrione mediante screening delle aneuploidie cromosomiche (PGS) con tecnica array-CGH (EmbryoSafe), non garantisce la gravidanza. Per ogni ciclo di ICSI-PGS è lecito attendersi una percentuale di successo intorno al 60%. Purtroppo ciò significa che circa il 40% dei transfer ha esito negativo.
 
Tuttavia, il semplice valore numerico della percentuale di gravidanza non è sufficiente ad interpretare i vari aspetti dell’argomento, poiché non esprime importanti elementi di giudizio. In primo luogo la percentuale di gravidanza rappresenta una probabilità media, ossia la frequenza del verificarsi di un determinato evento (la gravidanza) nell’ambito di una popolazione di pazienti. Ma i pazienti, per loro natura, non costituiscono una classe omogenea. È facile così immaginare che le probabilità di successo che una coppia può attendersi possano in specifici casi discostarsi sensibilmente in senso positivo o negativo dal valore medio, in dipendenza di una serie numerosa di fattori. L’età della donna è un fattore fondamentale nel determinare la qualità degli ovociti e in ultima analisi l’esito del trattamento. Il numero di embrioni trasferiti, ma anche alla loro qualità, a loro volta incidono sulle percentuali di successo.

L'espressione delle percentuali di gravidanza variano in funzione del tipo di gravidanza considerato. In genere non si usa presentare le gravidanze biochimiche, ma si preferisce divulgare solo le percentuali di gravidanze cliniche evolutive (con battito cardiaco, che superano l’11^ settimana) o ancor meglio quelle che terminano con la nascita dei bambini (percentuale di bambini nati).

Le percentuali di gravidanza possono essere espresse per ciclo di stimolazione iniziato, per prelievo ovocitario, per transfer embrionario.
Di seguito sono riportate le percentuali di successo di GENOMA Procreazione, con la tecnica di valutazione dello stato di salute dell’embrione (EmbryoSafe),  espresse per trasferimento embrionario. I dati sono espressi sia in relazione all’età della donna, che in base alla specifica indicazione (dati aggiornati al 31.12.2012).


Grafici percentuali di successo




Statistiche per età






Statistiche per indicazione





Percentuali di successo per età materna: confronto tra ICSI e ICSI + PGS (EmbryoSafe)






Legenda

Coppie con indicazione di età materna avanzata, cioè pazienti con età superiore a 35 anni, in cui la riduzione della potenzialità riproduttiva con il progredire dell'età potrebbe essere attribuita alla produzione di embrioni con alterazioni cromosomiche.

Coppie con indicazione di ripetuti fallimenti d'impianto, cioè pazienti che hanno avuto i fallimento in tre o più cicli di trattamento FIVET o ICSI, pur avendo eseguito un trasferimento di embrioni di buona qualità morfologica.

Coppie con indicazione di abortività ripetuta, cioè pazienti nella cui storia riproduttiva si annoverano tre o più aborti spontanei, non dovuti a cause “meccaniche” quali patologie dell'utero (fibromi, malformazioni congenite, etc.), o altri fattori (es. difetti della coagulazione, autoimmunità, traslocazioni cromosomiche, etc.).

Pazienti a buona prognosi (età <35 anni, anche se affrontano per la prima volta un trattamento fecondazione in vitro);

Percentuale di gravidanza clinica evolutiva (ongoing clinical pregnancy rate) per embryo transfer: Percentuali di gravidanza clinica, con battito cardiaco, che abbia superato l’11^ settimana di gestazione, espresse per trasferimento embrionario.

Percentuale di impianto (ongoing implantation rate): rappresenta la percentuale espressa dal numero di camere gestazionali osservate (risultate in una gravidanza evolutiva) diviso il numero totale di embrioni trasferiti. Tale valore esprime la probabilità di un embrione di impiantarsi a seguito di trasferimento in utero.

Condividi

Tags